Classe 25: Corso di Laurea in Fisica
Info: segreteria@fis.unipr.it      0521/905297
 Manifesto degli studi Logout
Università degli Studi di Parma

Università degli Studi di Parma

Facoltà di Scienze Matematiche Fisiche e Naturali

Corso di Laurea in Fisica

 

Laurea di I livello nella

Classe 25 – Scienze e Tecnologie Fisiche

Ordinamento didattico nel D.M. n.170 del 19.10.2000

 

Anno Accademico 2005-2006

 

Il Corso di Laurea in Fisica è articolato in un  Orientamento Generale e  un Orientamento Informatico-Applicato;  il primo è concepito principalmente per chi intende proseguire gli studi a livello di laurea specialistica, il secondo ha carattere professionalizzante nel campo delle applicazioni dell'informatica nel contesto delle nuove tecnologie (web, basi di dati, gestione di sistemi e reti). Le principali figure professionali sono rappresentate da esperti di strumentazione di misure elettroniche, esperti in sistemi di controllo con acquisizione ed analisi delle immagini, esperti nell'interfacciamento software tra strumentazioni di misura ed elaboratori digitali, esperti in software per la gestione di reti di calcolatori, esperti in misure fisiche e tecniche informatiche utilizzabili a fini applicativi, progettisti di programmi di simulazione del comportamento di sistemi complessi, esperti di tecniche di programmazione multimediali, collaboratori tecnici nei laboratori di ricerca e sviluppo industriale. I due orientamenti si distinguono per numero di crediti nei settori di Fisica e Informatica. Il proseguimento degli studi a livello di laurea specialistica è previsto nella classe 20/S o in altre classi per le quali siano richieste solide basi di Matematica, Fisica e Informatica. Presso l'Università di Parma sono attivate le lauree specialistiche in "Fisica della Materia", "Fisica dei Biosistemi" e "Fisica Teorica".

Per tutti gli studenti interessati al CORSO DI LAUREA IN FISICA sarà disponibile un precorso di MATEMATICA di base organizzato a cura dei Docenti del Dipartimento di MATEMATICA. Il precorso inizierà il giorno lunedì 12  settembre 2005 alle ore 9.00  presso l’'aula Magna del Dipartimento di Chimica. La frequenza del precorso è fortemente consigliata, non comporta alcuna formalità ed è aperta anche a coloro che non avessero ancora perfezionato la loro iscrizione.   Le lezioni del 1°, 2° e 3° anno del Corso di Laurea in FISICA , avranno inizio

 

Lunedì 3 OTTOBRE 2005 alle ore 10.30 presso il Dipartimento di Fisica.

Tutti i corsi di insegnamento sono tenuti presso il Dipartimento di Fisica, dove hanno collocazione la maggior parte delle strutture di ricerca e le relative attività in cui sono coinvolti ricercatori e docenti del gruppo fisico. L'edificio ospita anche una serie di servizi di supporto per la ricerca e la didattica, che vanno dai laboratori didattici per le esercitazioni ai laboratori di ricerca, presso i quali si svolgono di norma gli studi relativi alle tesi di laurea, la biblioteca, le sale terminali, il laboratorio di calcolo avanzato, l'aula didattica di informatica, il laboratorio elettronico-informatico, l’officina meccanica, etc.

 

DURATA DEGLI STUDI

La durata del Corso di studi in Fisica  prevista dall’ordinamento è di 3 anni.

 

 ISCRIZIONI

La documentazione e gli importi delle tasse necessari per l’immatricolazione, l’iscrizione agli anni successivi in corso e fuori corso, verrà definita con criteri generali in base alla normativa vigente, in sede di definizione del Manifesto Generale di Ateneo. Si segnalano comunque le seguenti scadenze da ricordare:

 

q       14/07/05-30/09/05:            termini per la presentazione della domanda di immatricolazione

q       01/08/05-30/09/05:            termini per l’iscrizione agli anni successivi

q       12/09/05-30/09/05:            svolgimento dei pre-corsi con partecipazione libera e facoltativa

q       01/10/05-15/10/05:            termini per la presentazione del Piano di Studi

q       01/08/05-31/10/05:            termini per la presentazione della domanda di trasferimento, da perfezionare

entro  il 31 Dicembre 2005.

 

ORDINAMENTO DIDATTICO

Per ottenere il titolo di laurea al termine del corso di studi triennale prevista dal nuovo ordinamento lo studente deve aver acquisito 180 crediti formativi universitari (CFU). Il credito rappresenta l’unità di misura dell’impegno dello studente. Ad ogni credito corrispondono 25 ore circa di impegno complessivo dello studente di cui 8 ore circa di impegno in aula per i corsi teorici e 12 ore circa per i corsi di laboratorio. Qui di seguito sono indicati i crediti da acquisire suddivisi per ambiti disciplinari:

 

Orientamento Generale

a)  34 crediti  di formazione di base  di cui 26 nei settori MAT e 8 nei settori INF  o  ING-INF

b)  88 crediti  nei settori FIS/01-02-03-04-07-08 

c1)  6 cfu  nel settore CHI (Chimica)

c2) 16 crediti   in discipline non incluse tra i settori indicati in  b)

 

Orientamento  Informatico Applicato

             a)  34 crediti di formazione di base di cui 26 nei settori MAT e 8 nei settori INF o ING-INF

             b)  80 crediti  nei settori FIS/01-02-03-04-07-08 

            c1)  6 crediti  nel settore CHI (Chimica)

            c2) 24 crediti  nei  settori INF (Informatica) o ING-INF  (Ingegneria Informatica)

 Il totale dei crediti prestabiliti è 144,  24 dei quali saranno conseguiti in corsi che comportino attività di laboratorio. Inoltre è prevista la frequenza a un corso di lingua inglese (4 CFU) e a un laboratorio di Informatica (4 CFU). Sono lasciati alla piena autonomia di scelta dello studente tre moduli corrispondenti a 12 CFU. Si dovrà inoltre sostenere un periodo di tirocinio (10 CFU) e una prova finale per la quale si assegnano 6 CFU in attività specifiche; i crediti di ciascun modulo saranno conseguiti attraverso la frequenza attiva e il superamento di una prova, con un possibile recupero in una sessione speciale a settembre. Ogni modulo didattico prevede eventuali prerequisiti, incompatibilità o equivalenze con gli altri moduli. 

Il Corso di Laurea  prevede una base comune di insegnamenti consigliata a  tutti gli studenti.  Lo studente può personalizzare il suo curriculum presentando un piano di studi in cui può richiedere la sostituzione di alcuni insegnamenti con riferimento alla tabella A. I piani di studio sono approvati dalla Commissione Didattica. Il piano di studi dovrà anche indicare gli insegnamenti a libera scelta dello studente per 12 CFU complessivi. Questi insegnamenti possono essere scelti liberamente tra tutti quelli offerti dall’Università di Parma.

L'ultimo semestre prevede un tirocinio, interno o esterno, e la preparazione della prova finale. Lo studente frequenterà un gruppo di ricerca del Dipartimento di Fisica o di altri Dipartimenti Scientifici dell'Ateneo o troverà ospitalità presso Enti esterni (industria, centri di ricerca o altro), in contatto col mondo della ricerca e del lavoro. Nell'ambito di queste attività potranno essere organizzate iniziative quali seminari su inserimento nelle aziende, preparazione al mondo del lavoro d'intesa con il servizio di Ateneo.

ORGANIZZAZIONE IN SEMESTRI E MODALITÀ DI ESAME:

i corsi sono cadenzati in due periodi annuali, definiti semestri,  ciascuno dei quali contiene un periodo di formazione e uno di valutazione. E' previsto un terzo periodo (estivo) di recupero, nel quale  si svolgono gli esami di laurea, esami di recupero e altre attività didattiche (preparazione progetti finali, corsi di recupero, precorsi, ulteriori attività tutoriali, ecc.):

 

1° semestre  - dal 3 Ottobre al 28 Febbraio, costituito da 21 settimane, incluse 3 settimane di interruzione  

                        per il periodo di Natale e 4 settimane per gli esami di fine semestre.

2° semestre -  dal 1 Marzo all’11 Luglio, costituito da 19 settimane, incluse 1 settimana di interruzione per

                        il periodo di Pasqua e 4 settimane per gli esami di fine semestre.

              semestre estivo - dal 12 Luglio al 30 Settembre, 12 settimane, incluse 5 settimane per le vacanze estive.

 

Ogni corso di insegnamento è costituito da uno o più moduli. Alcuni moduli sono accorpati e corrispondono ad un unico esame.  Gli esami finali di valutazione del profitto per ciascun insegnamento si svolgono nei periodi di interruzione delle attività didattiche, a partire dalla fine del semestre nel quale il corso è stato tenuto e nelle due sessioni successive dello stesso anno accademico.  In particolare, le sessioni d’esame per gli insegnamenti tenuti nel primo semestre   si terranno nei periodi:

 

·          I   sessione     febbraio                                            

·          II  sessione     giugno-luglio

·          III sessione     settembre

 

Le sessioni d’esame per gli insegnamenti tenuti nel secondo  semestre si terranno nei periodi:

·          I   sessione     giugno-luglio

·          II  sessione     settembre

·          III sessione     febbraio

L’esame di laurea consiste nella discussione, davanti ad una commissione ufficiale, di un elaborato preparato sotto la guida di un docente.  Tale elaborato riporta un lavoro individuale (6 CFU) su un tema  suggerito  da un  docente ufficiale dell'Università di Parma, preventivamente approvato dalla Commissione Didattica. L'attività svolta nel periodo di tirocinio può concorrere alla preparazione della prova finale. 

La prova finale per il conseguimento della laurea si terrà in tre periodi:

I    sessione:  luglio-settembre 

II  sessione:  novembre-dicembre 

III sessione:  febbraio-marzo

Gli studenti interessati dovranno inoltrare domanda per sostenere la prova finale, alla Segreteria Studenti della Facoltà,  almeno un mese prima dello svolgimento della prova stessa.

I regolamenti di Ateneo, Facoltà e Corso di Laurea disciplinano obblighi di frequenza e modalità delle prove di valutazione.

Qui di seguito sono elencati  i corsi principali e la lista dei corsi a scelta che saranno attivati nell’Anno Accademico 2005/06; di fianco al nome di ciascun corso è indicato il numero di CFU. 

Orientamento Generale

I Anno

I semestre  (32)

II semestre  ( 28)

Introduzione alla Fisica (4b, esame)

Meccanica  (8b, esame)

Calcolo 1 - 2  (8a, esame)

Calcolo 3  (4 a, esame

Geometria e Algebra Lineare (6a, esame)

Programmazione 1 (4a, esame)

Laboratorio di Informatica (4f, esame)

Laboratorio di Fisica 1 -  I e II mod.  (8b, esame)

Chimica (6c, esame)

Complementi di Geometria (4c, esame) (*)

Lingua Inglese (4e, colloquio)

 

Note: La valutazione di  Calcolo 1 e 2  e di Laboratorio di Fisica 1 (I e II mod) avviene con un unico esame alla fine di ciascun semestre.

 

II Anno

I semestre  (28)

II semestre  (30)

Elettromagnetismo (8b, esame)

Termodinamica  (4b, esame)

Calcolo 4  (4a, esame)

Onde e Ottica  (4b, esame)

Meccanica Analitica   (4a,  esame)

Meccanica Statistica (4b, esame)

Programmazione 2    (4a,  esame)

Laboratorio di Fisica 2 – I e II  modulo  (8b, esame)

Laboratorio di Chimica   (4c, esame) (*)

Relatività e Quanti   (6b, esame)

Corso a libera scelta  (4d)

Elettronica Applicata  (4c, esame) (*)

Note: La valutazione di Laboratorio di Fisica 2 (I e II mod) avviene con un unico esame alla fine del  semestre.

 

III Anno

I semestre  (30)

II semestre  (32)

Introduzione alla Meccanica Quantistica  (6b, esame)

Nuclei e Particelle (4b, esame)

Metodi Matematici della Fisica  (6b, esame)

Laboratorio di Fisica Moderna II modulo  (4b, esame)

Introduzione alla Fisica della Materia  (6b, esame)

Corso a libera scelta   (4d, esame)

Laboratorio di Fisica Moderna I modulo  (4b, esame)

Corso a libera scelta   (4d, esame)

Chimica Fisica  (4c, esame) (*)

 Tirocinio  (10f)

Introduzione alla Fisica dello Stato Solido (4b, esame)

 Prova Finale  (6f)

 

Orientamento Informatico-Applicato

I Anno

I semestre  (32)

II semestre  (28)

Introduzione alla Fisica (4b, esame)

Meccanica  (8b, esame)

Calcolo 1-2 (8a, esame)

Calcolo 3  (4a, esame

Geometria e Algebra Lineare (6a, esame)

Programmazione 1 (4a, esame)

Laboratorio di Informatica (4f, esame)

Laboratorio di Fisica 1 -  I e II mod.  (8b, esame)

Chimica (6c, esame)

Elettronica Digitale    (4c, esame)

Lingua Inglese (4e, colloquio)

 

Note: La valutazione di  Calcolo 1 e 2 e di Laboratorio di Fisica 1 (I e II mod) avviene con un unico esame alla fine di ciascun   

           semestre.

II Anno

I semestre  (28)

II semestre  (28)

Elettromagnetismo (8b, esame)

Termodinamica  (4b, esame)

Calcolo 4  (4a, esame)

Onde e Ottica  (4b, esame)

Meccanica Analitica   (4a,  esame)

Meccanica Statistica (4b, esame)

Programmazione 2    (4c,  esame)

Laboratorio di Fisica 2 – I e II  modulo  (8b, esame)

Architettura degli Elaboratori (4c, esame)

Laboratorio Sistemi Operativi  (4c, esame) (**)

Corso a libera scelta  (4d)

Elettronica Applicata  (4c, esame)

Note: La valutazione di Laboratorio di Fisica 2 (I e II mod) avviene con un unico esame alla fine del  semestre.

 

III Anno

I semestre  (32)

II semestre  (32)

Introduzione alla Meccanica Quantistica  (4 b, esame)

Nuclei e Particelle (4b, esame)

Metodi Matematici della Fisica  (6b, esame)

Laboratorio di Fisica Moderna II modulo  (4b, esame)

Introduzione alla Fisica della Materia  (6b esame)

Corso a libera scelta   (4d, esame)

Laboratorio di Fisica Moderna I modulo  (4b, esame)

Corso a libera scelta   (4d, esame)

Laboratorio di Programmazione di Rete  (4c, esame) (**)

Tirocinio  (10f)

Tecnologie Fisiche (4c, esame)

 Prova Finale  (6e)

Introduzione alla Fisica dello Stato Solido (4b, esame)

 

 

 

 

Tipologia Attività Formative

A = di base

B = caratterizzanti

C = affini o integrative

D = a scelta libera dello studente

E = prova finale

F = art. 10 comma I lettera f (D.M. 509/99)

 (*) Sostituzioni a disposizione dello studente (Tabella A)

(**) In comune con il Corso di Laurea in Informatica

Tabella A ( 4 cfu – attività C = affini o integrative)  

Complementi di Geometria: 1) Elettronica Digitale, 2) Tecnologia del vuoto e delle basse temperature

Laboratorio di Chimica: 1) Architettura degli elaboratori, 2) Elettronica Analogica, 3) Teoria dei Gruppi

Elettronica Applicata:  1) Reti e multimedialità, 2) Laboratorio di sistemi operativi, 3) Equazioni differenziali

Chimica Fisica:  1) Elementi di Biologia, 2) Introduzione alla Fisica Matematica, 3) Tecnologie Fisiche, 4) Calcolo Parallelo.

Tabella B – Insegnamenti complementari attivati presso il Dipartimento di Fisica  (4 cfu, a libera scelta dello studente):

Introduzione alla fotonica

Introduzione alla Fisica dei Plasmi

Metodi Probabilistici della Fisica   

Spettroscopia        

Storia della Fisica

Metodi Matematici della Fisica II

Introduzione  ai dispositivi a semiconduttore

 

 

Il Direttore Amministrativo                 Il Magnifico Rettore               Il Preside di Facoltà

       (Dott. R. Poldi)                                 (Prof. G. Ferretti)                     (Prof. A. Mangia)


Ultimo aggiornamento: 12/07/2005 11:57
HOMEPS